Seleziona la tua lingua: 

Sono una psicologa dell'età evolutiva, mi sono laureata nel 1999 all'Università "La Sapienza di Roma" con una tesi dal titolo "Continuità di modelli di attaccamento dall'infanzia alla preadolescenza" presso la Cattedra di Psicopatologia dell'Età Evolutiva (Relatore: Prof. Massimo Ammaniti).
Mi sono specializzata in Psicoterapia Familiare e Sistemico Relazionale presso il Centro Studi di Terapia Familiare di Roma diretto dal Prof. Luigi Cancrini. I miei didatti sono stati: Luigi Cancrini, Nanni Di Cesare e Assunta Buzzelli.
Ho lavorato (a Roma e a Venezia, città in cui opero dal 2010) nelle scuole (dell'Infanzia, Primarie e Secondarie) offrendo sostegno psicologico ed educativo a bambini autistici, fragili, diversamente abili; ho prestato servizio presso comunità per tossicodipendenti, minori stranieri non accompagnati, adolescenti in difficoltà; in associazioni per la cura dei disturbi alimentari, le tossicodipendenze, la prevenzione e la cura del maltrattamento infantile e abuso all'infanzia. Offro consulenze agli allenatori presso Scuole Calcio.
Le aree di cui mi occupo sono:

  • Rapporto genitori-figli
  • Problematiche della Coppia
  • Problematiche dell'adolescenza
  • Dipendenze
  • Disturbi dell'Umore (Depressione, Disturbi Bipolari)
  • Disturbi Alimentari
  • Sindromi Ansioso-depressive
  • Attacchi di Panico
  • Sostegno alla disabilità
  • Scuola
  • Sostegno nei momenti di crisi del Ciclo Vitale della Famiglia (nascita primo figlio, adolescenza dei figli, nido vuoto, problematiche terza età)

Il mio motto è "La perla è la malattia della conchiglia" (Karl Jaspers): la perla è il risultato finale di un'infezione provocata dall'infiltrazione di un granello di sabbia, cui la conchiglia reagisce ricoprendo il granello di strati di madreperla. Sono infatti convinta che nella crisi si celi la possibilità di scoprire le risorse più profonde e di ripartire nella meravigliosa avventura della vita più forti e consapevoli di prima. La psicoterapia è, dal mio punto di vista, una collaborazione tra due (o più) persone che, insieme, ricercano e costruiscono il senso, il significato da dare al problema, al disagio vissuto e presentato e che, facendo questo, si arricchiscono reciprocamente. Mi piace illustrare la psicoterapia con le parole di un grande artista, Michelangelo Pistoletto, che nell'invitare le persone che lo desideravano a collaborare con lui alla XXXIV Biennale di Venezia, così illustrava il concetto di Collaborazione: "Io per collaborazione intendo un rapporto umano non competitivo ma di intesa sensibile e percettiva. Cedere una parte di me stesso a chi desidera cedere una parte di se stesso è l'opera che mi interessa.